Pagina principale
 
Edizione 2014
 
Edizione 2011
 
Edizione 2008
 
Edizione 2007
 
Edizione 2006
 
Edizione 2005
 
Edizione 2004
 
Edizione 20nz
 

 
 

EDIZIONE 2005

 

Sabato 12 Febbraio 2005

Conferenza:

"Le leghe leggere nell'automobile: dalle corse alla serie"

 

 Galleria fotografica » 


Visualizza il pdf »
 

Sabato 12 febbraio u.s., presso il Dipartimento di Tecnica e Gestione dei sistemi industriali (DTG) dell’Università di Vicenza si è tenuto l’incontro sul tema “Le leghe leggere nell’automobile: dalle corse alle serie”.

Organizzato dall’Historic Club Schio, in collaborazione con il dipartimento accademico e l’Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile (AISA), l’incontro apertosi con i saluti di rito da parte dei rappresentanti degli enti organizzatori (Prof. F.Bonollo per il DTG, Dott. C. Studlick per Historic Club Schio, Ing. L. Boscarelli per AISA) si è sviluppato con gli interventi degli ingegneri G.Valentini e L.Boscarelli. Gli illustri ospiti hanno offerto un’interessante panoramica sull’impiego delle leghe leggere nel settore automobilistico, “dalle corse alle serie”, mettendo a disposizione dei presenti la loro rinomata esperienza. Si è potuto così apprendere come già nei primi anni del Novecento alcuni progettisti, particolarmente orientati all’innovazione, utilizzavano l’alluminio per la realizzazione di diversi componenti soprattutto per vetture da corsa.
Per citare alcuni esempi, Ettore Bugatti, nel 1907 progettò per la Gasmotoren Fabrik Deutz di Colonia, in Germania, una vettura, la Tipo 8, con motore a 4 cilindri e cilindrate comprese tre i 5 e i 10 litri, che aveva il basamento in lega di alluminio, e nel 1908 la Isotta Fraschini realizzò una piccola vettura da corsa, la Tipo FE ‘Gran Prix des Voiturettes’, all’epoca rivoluzionaria in quanto dotata di un motore a 4 cilindri di soli 1.200 cc. per 18 CV di potenza, che prefigurava la tipologia di vettura sportiva leggera e compatta, poi diffusasi tra gli anni Venti e Trenta. Il motore della Isotta Fraschini FE aveva il basamento in lega di alluminio, il che garantiva quella leggerezza essenziale in un veicolo di potenza modesta, ma che doveva fornire prestazioni elevate.
Nel 1924 Ettore Bugatti realizzò la Tipo 35 Gran Prix, una vettura dotata di motore 2 litri a 8 cilindri in linea con la quasi totalità dei componenti non in movimento realizzati in alluminio e per la quale furono adottate ruote fuse in alluminio all’interno delle quali erano ricavati anche i tamburi dei freni.
Numerosi altri aneddoti sono stati brillantemente raccontati e si trovano raccolti nel volume “auto & alluminio”, nella sezione dedicata all’evoluzione storica fino agli anni settanta, una novità editoriale Edimet presentata in chiusura della giornata dalla Dott.ssa R.Bordiga. Tale opera è descritta come unica nel panorama internazionale delle pubblicazioni tecniche specializzate la quale trae origine dalla prospettiva di chi ogni giorno sceglie di usare l’alluminio per la realizzazione di componenti auto fra cui space frame, carrozzerie, sospensioni, cerchi, dettagli degli arredi. Progetto ambizioso, per la realizzazione del quale si è resa indispensabile la collaborazione di nomi prestigiosi dell’industria dell’auto, che non hanno esitato a offrire il loro sostegno a un’opera che intende valorizzare il know-how tecnologico e l’impegno del comparto mettendo in luce tutte le qualità del metallo alluminio. E’ di prossima uscita la versione tradotta in lingua inglese del sopraccitato libro “auto & alluminio”.

 

                                                                                                    I. Magnabosco

 

 

Evento organizzato da:

Historic Club Schio - Associazione Amatori e Collezionisti Veicoli Storici - Federata ASI
AISA -
"Associazione Italiana Storia dell'Automobile"
DTG -
Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali

in collaborazione con:
AIM - Associazione Italiana Metallurgia
 

PROGRAMMA

 

ore 15,00 Saluto di benvenuto e presentazione della Conferenza

                   prof. Alberto Tiziani - Direttore DTG

 

ore 15,15 Presentazione Associazione Veicoli d'Epoca Historic Club Schio

                   Carlo Studlick presidente Historic Club Schio

 

ore 15,30 "Le leghe leggere: dalle corse alla serie"

                   ing. Lorenzo Boscarelli e ing. Giorgio Valentini - AISA

 

ore 16,45  Presentazione libro "Auto & Alluminio: Design, Tecnologia Innovazione"

                   dr.ssa Roberta Bordiga - Edimet

 

ore 17,00  Alluminio e Auto: "L'attività di ricerca del DTG"

                   prof. Franco Bonollo - DTG

 

ore 17,15  Dibattito

 

ore 17,30  Conclusioni

 

ore 17,45  Aperitivo

 

N.B. Il programma può subire alcune variazioni nella partecipazione di alcuni relatori.

 


 

Si prega di confermare la propria adesione via Fax 0445 511869 Historic Club Schio compilando l'apposito modulo che trovate in allegato nel file Pdf (File Pdf 480Kb)
oppure via email all'indirizzo info@historic.it

 

 

 
Historic Club Schio  cas. postale 156 - 36015 Schio (Vicenza) info@historic.it - C.F. 92007370247
Segreteria Operativa Schio - Martedi e Mercoledi 9,00/12,00 - Giovedì 15,00/18,30 - Via Veneto 2/C Z.I - Tel./Fax 0445 526758
Uff. di Vicenza c/o ACI Vicenza - Martedi 09,00/16,00 - Via E. Fermi 233 (1° piano) VI - Cell. 348 6359282
Info Tecniche ASI Schio Primo Mercoledi mese 21,00/22,30 Sede Historic Palasport Campagnola
Info Eventi/Raduni - mail: eventi@historic.it
- Per informazioni o disdette il giorno dell'evento - Cell. 348 6359282