Orari Sede/Segreteria
 

 

Iscrizione al
Historic Club
 

 

Iscrizione
all' ASI
 

 

Assicurazioni
Veicoli Storici
 

 

Historic
Journal
 

 

Merchandising
Historic
 

 

Historic
Photo Gallery
 

 

Manifestazioni
con Historic
 

 

Altre
Manifestazioni
 

 

Avvenimenti e
Rievocazioni Storiche
 

 

Trenino
Vaca Mora
 

 

I Dirigibili di Schio
 

 

Peugeot Vis a Vis
a Piovene (VI)
la 1ª auto Italiana

 
In primo piano ...


PROSSIMI APPUNTAMENTI PER I SOCI HISTORIC CLUB:

 


 

Nel 1958 alla collezione di vetture d'epoca di Gian Luigi Saccardo, noto industriale scledense (Industrie Saccardo), mancava solamente una Isotta Fraschini. Egli prediligeva le auto sportive, in particolare le Bugatti. La IF Fenc fu prodotta in non più di cento esemplari fino al 1910 e ne rimanevano censite solamente quattro in tutto il mondo. In quell'epoca, a cavallo dei "favolosi anni '60" del Novecento, si poteva ottenere tutto ciò che si desiderava ma non fu così per l'Isotta. Infatti, contattato un proprietario australiano Mr Lyndon Duckett, Saccardo ottenne questa lapidaria risposta: "Non la vendo perchè per me è come una Monna Lisa". Saccardo non si perse d'animo e proseguì nella sua ricerca, doveva essercene almeno un'altra in tutto il pianeta. L'amico e collezionista Nicolas Franco Jr, proprio il nipote del dittatore spagnolo, importatore del marchio Ferrari in Argentina, gli scrisse una lettera che gli proponeva uno scambio in tali termini: "Se trovi una Hispano-Suiza Alfonso XIII, ti faccio avere l'Isotta tanto desiderata" e gli spedì una foto della vettura ripresa in un pagliaio in Argentina. Non c'era tempo da perdere, iniziarono quindi le ricerche della Alfonso XIII per Nicolas e ne fu rinvenuta una in Francia. Potevano così iniziare le procedure per lo scambio e le pratiche per portare in terra d'origine l'IF. Finalmente nel 1959, dopo una lunga traversata atlantica, arrivò a Genova. Il viaggio proseguì fino alla destinazione di Schio nell'officina di Elio, il fido ed esperto meccanico. Nell'ambiente del collezionismo la notizia si diffuse e membri del "Veteran Car Club d'Italia", l'attuale A.S.I., nonchè gli amici conti Luigi Castelbarco e Giovanni Lurani, Giulio Dubbini, Santovetti, Carosi e molti altri collezionisti giunsero da ogni dove per ammirare increduli l'Isotta Fraschini in buono stato di conservazione e integra in ogni sua parte. L'intenzione fu quella di non riverniciare la vettura ma eseguire solamente minimi interventi sulla meccanica. Presto arrivarono i tempi difficili. Nel 1969 le vicende finanziarie dell'azienda obbligarono Gian Luigi a vendere quasi tutta la sua collezione escluse le più amate: le Bugatti 13 Le Mans e Brescia e naturalmente l'Isotta. L'anno dopo, causa discordie familiari verrà nascosta in un fienile per rimanervi fino ai giorni nostri. Della macchina Gian Luigi ne perse le tracce, fu smontata e riposta in cinque casse in attesa di una risoluzione delle questioni familiari. Così rimase fino al 2015, quando Gian Luigi a 93 anni mancò. Nel testamento, anche senza esser più certo dell'esistenza, aveva già deciso in cuor suo di assegnare l'Isotta al figlio Girolamo. L'11 gennaio del 2016 Girolamo con l'amico meccanico Pierangelo recuperarono le casse da un granaio e il telaio da uno scantinato. Iniziò così il lento e preciso montaggio, sostituendo alcuni legni ormai compromessi, restaurando il radiatore, sostituendo pneumatici e parte della tappezzeria e altri piccoli particolari. La prima presentazione mondiale al pubblico avvenne nell'ottobre del 2017 a Padova in occasione della Fiera d'Auto d'Epoca. Dopo sessanta anni dall'arrivo in Italia, gli appassionati delle veterane d'epoca avevano forse perso ogni speranza di rivederla o addirittura mettevano in dubbio la reale esistenza. Calorosa e numerosa l'accoglienza allo stand dell'Historic Club Schio, come pure quella delle emittenti e radio locali, dell'informazione "stampata" di settore e non, nonchè della RAI che vi ha dedicato un servizio nei suoi TG.

13 maggio 2018, la prima messa su strada. 29 giugno partecipazione alla 23° Vernasca Siver-Flag di Piacenza. 24/25 novembre, finalmente l'auto ritorna in Fabbrica Saccardo per il gran debutto di presentazione alla cittadinanza come "l'auto più vecchia di Schio", a 110 anni dalla sua nascita.

 

Sabato 24 Novembre

Ore 10,00: Taglio del nastro mostre: "L'auto più vecchia di Schio" Isotta Fraschini Fenc del 1908, Bicicleria" biciclette d'epoca dal 1884 agli inizi '900 a cura del Dott. Mario Cionfoli e Luca Simonato. Introduzione di Carlo Studlick Fondatore Historic Club Schio.

Ore 15,00: "Conferenza Isotta Fraschini e le corse": saluti del Sindaco di Schio, delle autorità presenti, del Presidente Historic Club Schio Ing. Alessandro Rossi e del Presidente ASI e Presidente ACI Vicenza.

Ore 15,30: "L'Isotta Fraschini nel suo tempo". Introduzione dell'Ing. Lorenzo Boscarelli AISA.

Ore 15,45: "Isotta Fraschini e le corse" di Umberto Voltolin Curatore Registro Isotta Fraschini.

Ore 16,00: "Giustino Cattaneo, un vicentino alla Isotta Fraschini" a cura del Dott. Danilo Castellarin Presidente Commissione Storia e Musei ASI.

Ore 16,30: "Gian Luigi Saccardo e la sua Fenc, l'auto più vecchia di Schio" a cura del Dott. Girolamo Saccardo.

Ore 16,45: "Dopo 60 anni il montaggio della IF" descrizione tecnica a cura dell'Arch. Diego Filippi Historic Club Schio.

Ore 17,00: Conclusione interventi.

Ore 18,30: Chiusura mostra.

Domenica 25 Novembre
Ore 10,00: Mostre: "L'auto più vecchia di Schio" Isotta Fraschini Fenc del 1908, "Bicicleria" biciclette d'epoca dal 1884 agli inizi '900 a cura del Dott. Mario Cionfoli e Luca Simonato. Presentazione manifesto originale degli eventi ciclistici del 1909.

Ore 15,00: "Dalla sofferenza al sentimento: storie di vita a pedali" a cura del Dott. Mario Cionfoli, Diego Squarzon, moderatore Gaetano Dal Santo.

Ore 16,00: Presentazione del video "1938/2018 - 5° Tributo ai Primi Raduni Motoalpinistici del Pasubio" a cura di Edo Simonato e Historic Club Schio. Consegna DVD ai partecipanti.

Ore 17,30: Conclusione interventi.

Ore 18,30: Chiusura mostra.

 

  

 

Prossime manifestazioni:

 

15 Dicembre CENA SOCIALE DI FINE ANNO

COMUNE DI VICENZA – CONCESSIONE AL TRANSITO VEICOLI STORICI

   PROSSIME MANIFESTAZIONI INTERESSANTI
Manifestazioni con HISTORIC CLUB
Nessuna Manifestazione presente


Vedi tutte le MANIFESTAZIONI INTERESSANTI »
 

 

 


Club Federato

 


Socio Aderente

 


Sostenitore

 

Iscriviti al nostro gruppo su:
 

 

MERCATINO
 

 

HISTORIC NEWSLETTER
 

 

ULTIME NOTIZIE

 

 

CURIOSITÀ
 

 

MUSEI
MOSTRE
CLUBS

METEO

 

 
Historic Club Schio  cas. postale 156 - 36015 Schio (Vicenza) info@historic.it - C.F. 92007370247
Segreteria Operativa Schio - Mercoledi 9,00/12,00 - Gioved́ 15,00/18,30 - Via Veneto 2/C Z.I - Tel./Fax 0445 526758
Uff. di Vicenza c/o ACI Vicenza - Martedi 09,00/16,00 - Via E. Fermi 233 (1° piano) VI - Cell. 348 6359282
Info Tecniche ASI Schio Primo Mercoledi mese 21,00/22,30 Sede Historic Palasport Campagnola
Info Eventi/Raduni - mail: eventi@historic.it
- Per informazioni o disdette il giorno dell'evento - Cell. 348 6359282